Workshop di sceneggiatura con Massimo Gaudioso


Workshop teorico di sceneggiatura
con Massimo Gaudioso

1-2 giugno 2019

L’Associazione di promozione sociale Feedback è onorata di annunciare il suo primo workshop dedicato ai mestieri del cinema: primo ospite d’eccezione, Massimo Gaudioso. Gaudioso è, senza dubbio, uno dei massimi sceneggiatori del cinema italiano contemporaneo. Co-autore dei film di Matteo Garrone da Estate romana al recente Dogman, può vantare numerose altre collaborazioni tra cui Agostino Ferrante (L’orchestra di Piazza Vittorio), Daniele Vicari (Il passato è terra straniera), Gianni Di Gregorio (Pranzo di Ferragosto), Pappi Corsicato (Il seme della discordia), Daniele Ciprì (È stato il figlio e La buca).
Il workshop costituisce un’occasione unica per approfondire l’arte di scrivere un film e si articolerà in due giornate di 6 ore in cui il docente alternerà momenti di lezione frontale, di visione di materiale di lavorazione, di confronto tra la pagina scritta e la sua trasposizione cinematografica, a fasi di confronto diretto con i corsisti.

Destinatari: Il workshop non è solo rivolto agli aspiranti sceneggiatori ma anche agli studenti di cinema e agli appassionati che vogliano approfondire un’importante pagina del cinema italiano contemporaneo.

Frequenza
: 2 lezioni di 6 ore, articolate in un unico weekend

Date:
Sabato 1 e domenica 2 giugno (dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00)

[Dettagli]       [Iscriviti qui]

Workshop Street Photography

WORKSHOP STREET PHOTOGRAPHY
6-7 Aprile 2019 – FERRARA
Alex Liverani

“Street Photography è un’immagine della vita di ogni giorno che ci circonda, raccontata attraverso l’occhio del fotografo, in grado di documentare l’ordinario, catturando il momento decisivo, riuscendo a cogliere quello che gli altri spesso non riescono a vedere.”

La Street Photography necessita di grande sensibilità nel sentire le immagini, nell’interagire con le persone. Non si tratta di tecnica fotografica, o almeno non solo di quella. La macchina fotografica nella Street Photography diventa un prolungamento del corpo. Come guidare lo sguardo e il cuore per cogliere il “momento decisivo”; due giorni di full immersion per fare un Workshop di Street Photography organizzato dal collettivo InQuadra (www.inquadra.org) con la collaborazione di Fujifilm Italia e dell’associazione Feedback. Il corso si svolgerà il 6 e 7 aprile 2019 a FERRARA e avrà una durata complessiva di 12 ore, di cui 3 ore saranno di uscita pratica per le strade, alla ricerca di personaggi curiosi e storie da raccontare.

Il corso sarà tenuto da Alex Liverani, fondatore del collettivo InQuadra. Alex ha ottenuto innumerevoli riconoscimenti in ambito nazionale e internazionale. Nel 2018 ha partecipato, arrivando 2°, al programma televisivo Master of Photography. Nel 2016 si è aggiudicato il 1° Premio al Miami Street Photography Festival, il premio internazionale più prestigioso relativo alla fotografia di strada. Sempre nel 2016 una sua immagine è stata premiata da Fujifilm come miglior foto di street photography realizzata dagli utenti italiani. Nel 2015 il suo progetto “HOMEMADE” è stato selezionato come miglior progetto al LEICA TALENT ITALIA. Nel 2013 inoltre ha vinto il premio “Nikon Young Talent” per la categoria Street Photography & Reportage.

Programma del workshop
1^ giornata 9.30 – 12.30 | 14.30 – 17.30 (presso Associazione Feedback – FERRARA – Via Gaetano Previati n.18)

  • Incontro, presentazione e scopo del corso
  • Differenza tra street photography e reportage
  • Introduzione e origini della “STREET PHOTOGRAPHY“
  • Diversi tipi di approccio al genere, come scattare in strada, cosa fotografare e perché
  • Come individuare un “momento decisivo”
  • Regole principali
  • Le diverse facce delle ”STREET PHOTOGRAPHY”
  • L’importanza del tempismo e della composizione
  • Aspetti tecnici: modalità di scatto più adatta e iperfocale
  • Considerazioni sull’attrezzatura utilizzabile: dalla fotocamera a telemetro, passando per le mirrorless arrivando ai cellulari
  • Come utilizzare il flash in strada
  • Privacy
  • Gli errori da evitare

* Durante il corso verranno visionate immagini degli autori più importanti che hanno fatto la storia del genere e di autori contemporanei per comprendere il loro modo di “vedere”.

2^ giornata 9.30 – 12.30 | 14.30 – 17.30

  • Uscita fotografica per le strade di FERRARA
  • Rientro in sede e analisi/valutazione delle immagini scattate
  • Elaborazione digitale su alcune delle fotografie realizzate
  • Progettualità: lo step successivo alla realizzazione di singole belle immagini

Durante il workshop sarà possibile testare sul campo le macchine fotografiche FUJIFILM della serie X, messe a disposizione per i partecipanti da FUJIFILM ITALIA

Numero min partecipanti: 12 Numero max partecipanti: 20
Il corso avrà un costo di partecipazione di: 175€

Per info e per iscrizioni è possibile contattare: inquadra.streetphotography@gmail.com

Corso di Ritratto

Corso di Ritratto
23 gennaio – 27 febbraio 2019

Se Avedon – che provocatoriamente arriva a definirlo una “menzogna” – esagera, che cos’è un ritratto? Perché ci facciamo fotografare? E il fotografante, cosa vuole raccontare del soggetto fotografato? Quel quid che soltanto quella persona ha e che, a volte, ci sembra possa essere catturato in un’istantanea? È necessario conoscere il soggetto per poterlo ritrarre? Se così fosse non potrebbero essere considerate ritratti la maggior parte delle fotografie di molti professionisti che, per fotografare attori, cantanti o politici, a volte hanno soltanto qualche decina di minuti… Insomma, citando la vecchia leggenda sugli Indiani d’America, “se mi fotografi, mi rubi l’anima”? Secondo molti ritrattisti un’anima c’è eccome, soltanto che è quella di chi esegue la foto…

Secondo Efrem Raimondi “un fotografo non fa altro che raccontare la propria storia: in questo senso ogni soggetto è un pretesto, anche col ritratto. O meglio soprattutto col ritratto, che non restituisce la persona davanti a te, ma restituisce la visione che tu hai di lei” (“La Fotografia non Esiste” – Lectio Magistralis alla Triennale di Milano). E spingendosi oltre arriva a chiedere “dove risiede il ritratto”? È necessario che il volto sia riconoscibile? Secondo lui la risposta no, e ci crede a tal punto che arriva a immortalare Philippe Starck, l’architetto, o Ibrahimović, il calciatore, senza mostrarlo. Secondo Annie Leibovitz un ritratto, in specie se ambientato, al massimo significa cogliere qualche aspetto della storia di una determinata persona, e di conseguenza non può che essere una visione parziale, e per descrivere una persona ne servirebbero decine…

A partire da queste riflessioni e da alcune immagini realizzate da grandi maestri ci sforzeremo di approfondire alcuni degli aspetti metodologici della rappresentazione della figura umana: vi sarà una definizione di quelle che vengono considerate le specificità del ritratto e l’analisi dei cliché; instaureremo un dialogo che comprenderà scelte tecniche quali la luce, le ottiche e il taglio, che partecipano alla cifra espressiva del fotografo. Sì, la luce: perché la pratica verrà effettuata su un set munito di mono torce flash e vari modificatori – i cosiddetti “light shaping tools” – come ombrelli, softbox, ecc., per permettere una riflessione su come questa possa modificare il mood di un’immagine, e per prendere confidenza con alcuni schemi-base della ritrattistica in studio. Verrà affrontato anche il ritratto ambientato e si rifletterà su come mettere a proprio agio la persona fotografata, nonché se stessi.

Il corso privilegerà il confronto e la sperimentazione rispetto alla lezione frontale: i giorni di pratica saranno tre, durante i quali i partecipanti avranno la possibilità di fotografare una persona esterna. Al termine della pratica, le immagini realizzate verranno analizzate e discusse collegialmente.

Destinatari: Il corso è rivolto ai principianti e a tutti coloro che abbiano già una discreta conoscenza tecnica del mezzo fotografico e vogliano approfondire il tema del ritratto nonché sperimentare l’utilizzo della luce per ampliare il proprio linguaggio.
Frequenza: 5 lezioni di 2 ore a frequenza settimanale (il mercoledì dalle 21 alle 23) – 3 giorni di pratica seguiti dai docenti (il sabato e la domenica).
Date: lezioni teoriche: 23 – 30 gennaio – 6 – 20 – 27 febbraio 2019 – Sessioni pratiche: 2 – 3 – 24 febbraio 2019 (dalle 10.00 alle 17.00)

[Dettagli]       [Iscriviti qui]

Editing e post-produzione con Adobe Lightroom

Editing e Postproduzione con Adobe Photoshop Lightroom
24 – 25 novembre 2018
video-biblioteca “Vigor”, via Previati 18, Ferrara

Un corso intensivo di due giorni, dedicato alla postproduzione fotografica utilizzando il software Adobe Lightroom 6. Dalla gestione dei files RAW e della libreria, allo sviluppo e fotoritocco, fino all’esportazione e stampa delle proprie fotografie.

Destinatari: il corso è aperto a tutti. Sono disponibili un massimo di 15 posti.

Frequenza: Sabato 24 novembre, dalle ore 10.00 alle ore 17.00; Domenica 25 novembre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

Iscrizione: È prevista una quota di iscrizione di € 75,00 (comprensivi della tessera associativa).

Docente: Emanuele Romanelli.

Note: E’ possibile partecipare al corso con il proprio computer portatile, con il software adobe lightroom installato. E’ possibile scaricare la versione di prova di Lightroom da questo link.

[Dettagli]       [Iscriviti qui]

Le iscrizioni chiudono una settimana prima dell’inizio del corso.

 

Corso Base di Fotografia 2018

CORSO BASE DI FOTOGRAFIA
3 ottobre – 7 novembre 2018

il mercoledì alle ore 21.00 – video-biblioteca “Vigor”,
via Previati 18 Ferrara

Vi sentite insicuri del mezzo e non sapete come impostare correttamente tutte quelle funzioni sulla macchina fotografica? Volete capire perché, tante foto che vedete in giro, sembrano così gradevoli e volete migliorare le vostre? Insomma, volete iniziare a fare sul serio ma siete dei principianti? Torna il nostro CORSO BASE DI FOTOGRAFIA, che permette di acquisire le competenze necessarie a muovere i giusti primi passi in quest’arte ricca di stimoli!
Le 5 lezioni teoriche forniranno le nozioni necessarie a realizzare immagini corrette da un punto di vista espositivo e ben composte visivamente; grazie alle 3 uscite fotografiche inoltre, sarà possibile consolidare la teoria per poter arrivare ad esprimere uno stile fotografico più personale che dia spazio al contenuto. Le immagini realizzate verranno analizzate e discusse assieme agli altri corsisti e ai docenti. Verranno fornite anche utili nozioni sulla gestione dei file ed elementi di post-produzione fotografica.

Docenti: saranno a disposizione degli iscritti tutti i docenti dell’associazione, che si alterneranno nelle varie lezioni teoriche e pratiche.

Destinatari: il corso è aperto a tutti. Sono disponibili un massimo di 25 posti.

Frequenza: 5 lezioni di 2 ore a frequenza settimanale (il mercoledì dalle 21 alle 23) e tre workshop pratici di mezza giornata (il sabato o la domenica da concordare con gli iscritti).

Date: 3 – 10 – 24 – 31 ottobre – 7 novembre 2018.

[Dettagli]       [Iscriviti qui]

(L’immagine di copertina è di Michela Cazzanti – ex corsista)

 

Scatta la notte

Scatta la notte – workshop di fotografia notturna
Sabato 28 luglio 2018

Palazzo Bellini – Comacchio – dalle 21.30 alle 23.00

Il occasione della prima edizione del festival Comacchio Segreta, l’associazione Feedback organizza un workshop di fotografia notturna ambientato tra i canali e i vicoli della suggestiva Comacchio.

Quale migliore occasione per approfondire un argomento così accattivante e tecnico come la fotografia notturna, durante un Festival che colorerà di emozioni e occasioni una cittadina straordinaria e pittoresca come Comacchio? Dopo un breve incontro introduttivo a Palazzo Bellini, il docente Francesco Sammaritani girerà con i partecipanti, lungo i vicoli e le stradine di Comacchio, per scattare pazientemente al buio e in penombra, per tentare di immortalare queste emozioni e queste occasioni che il Festival darà a Comacchio.
Introduzione
  • Breve introduzione alle basi di esposizione notturna (A mano libera, con cavalletto, gestione dei tempi lunghi).
  • Scelta di Tempi, diaframmi, ISO, nitidezza, profondità di campo e gestione del rumore digitale.
  • Uso dello stabilizzatore, fuoco manuale in scarsa luce, blocco dello specchio, rumore alti ISO e lunghe esposizioni, il file RAW e la post produzione.
  • La lettura dell’esposimetro e dell’istogramma. Il “light painting” e lo “startrail”.

Attrezzatura necessaria

  1. Macchina fotografica (reflex, mirrorless o compatta) con possibilità di impostazione manuale
  2. Se disponibile: Cavalletto, telecomando o app per scatto remoto, torcia, manuale d’istruzioni della fotocamera

Esercizi pratici

1° esercizio:  Scatto notturno a mano libera
Esercizio di scatto a mano libera in scarsa luce di paesaggio e di ritratto, con ottimizzazione dei parametri di scatto.

 2° esercizio:  Scatto notturno con cavalletto
Scelta dei Tempi e diaframmi per foto con soggetti immobili (es. architettura), per ottimizzare la nitidezza, ridurre il rumore e “far scomparire” le persone in movimento. Scelta dei Tempi e diaframmi per foto con soggetti in movimento. Attenzione all’uso corretto dello stabilizzatore e del fuoco automatico.

3° esercizio:  Il light painting
Prove di light painting

Destinatari: il workshop è aperto a tutti.

Quota di partecipazione: 30 euro, comprensivi della tessera associativa Feedback

Numero di partecipanti: massimo 10 fotografi.

Data: sabato 28 luglio, dalle 21.30 alle 23.00

Sede: Palazzo Bellini, via Agatopisto, 5 Comacchio (FE)

Docente: Francesco Sammaritani.
https://www.flickr.com/photos/francescosammaritani/
https://500px.com/francescosammaritani

Iscrizioni: il workshop ha raggiunto il numero massimo di iscritti.